"Alcune canzoni, se chiudi gli occhi, diventano persone."


"Amo il mare, il rumore delle onde, la spiaggia. Detesto i quasi, i forse, i monosillabi. Do peso alle parole.
Piango per un film, per un finale di un libro, per le persone che vanno via. Ho l’incazzatura abbastanza facile, ma mi basta una piccola parola per farmela passare, non riesco a tenere il muso alle persone a cui tengo. Credo sempre che l’ultimo tentativo sia il penultimo, e credo che le cose belle non si ottengono se non si lotta. Sono paranoica, impulsiva, sono gelosa e lunatica. Sono per le cose complicate, ma non resisto a lungo. Non so dire addio, so solo che resto, resto se credo in qualcosa."
— Elizabeth Julie Shanti (via emotivadistaccata)



"Ti brillano gli occhi anche quando dici che è solo un coglione."

"Lo guardavo come si guarda qualcosa che si sa già che ci mancherà. Troppo bello per durare, per essere vero, troppo bello per diventare un’abitudine. Lo guardavo come si guarda il mare alla fine dell’estate, quando le giornate si fanno ancora più limpide e il sole splende in cielo. Ti guardavo semplicemente, e tu mi sorridevi. Non si scordano certi sorrisi, certi sguardi e certe parole."
— (via riccardovi)